Gli sceicchi sguazzano nella crisi del calcio europeo

A Parigi abbiamo Nasser Al-Khelaifi, a Malaga Abdullah bin Nasser Al-Thani, al Manchester City lo sceicco Mansur; i primi due qatarioti, il terzo nato ad Abu-Dhabi: terre di petrolio e soldi, di banche e interessi internazionali.

Ancellotti PSGQuesti tre uomini, con i loro petrol-dollari, petrol-euro, chiamateli come volete, hanno cambiato totalmente il volto del calcio. In uno sport in cui forte si fa sentire la crisi e in cui aumenta di anno in anno la pressione fiscale, senza che di pari passo aumentino i guadagni, questi tre uomini sono stati capaci di sconvolgere gli equilibri, riversando sul mercato più di 700 milioni negli ultimi tre anni: cifre astronomiche, impareggiabili, se non per alcuni club eletti che godono di sponsor e guadagni eccezionali (su tutti Real Madrid e Barcellona). Ovviamente stiamo parlando del meglio del calcio europeo, di cui queste tre squadre non facevano assolutamente parte: adesso gli equilbri si sono spostati, e Manchester, PSG e Malaga ambiscono ai primi posti dei loro rispettivi campionati e a grandi piazzamenti in Champions.

Il City di Mancini è reduce da una stagione trionfale: campione d’Inghilterra dopo 54 anni, la metà meno nobile di Manchester si è presa la rivincita contro i cugini dello United. Tutto questo grazie agli enormi investimenti di Mansur, che ha portato in casa Man Blues giocatori del calibro di Silva, Tevez, Dzeko, Balotelli. Insomma, una squadra all-star, predestinata a vincere: l’unica vera concorrente per la prossima stagione ci sembra il Chelsea di Abramovic, altro magnate dalle spesa facile. Insomma una lotta tra ricchi: vincerà lo sceicco di Abu-Dhabi o l’oligarca russo?

Passando al PSG, beh, Al Khelaifi non si è certo risparmiato: 212 milioni spesi in due anni hanno portato alla corte di Ancelotti Pastore, Lavezzi, Thiago Silva e, soprattutto, Zlatan Ibrahimovic, rendendo di colpo i parigini una delle squadre più forti di Europa. La vittoria della Ligue 1 dovrebbe essere una formalità l’anno prossimo: inoltre l’obiettivo minimo in Champions per l’armata di Ancelotti sono gli ottavi di finale, traguardo possibile, anche se c’è da aspettarsi un girone durissimo.

Resta il Malaga: la squadra andalusa non aveva mai solcato i campi della massima competizione europea. Col quarto posto ottenuto nella scorsa stagione i ragazzi di Pellegrini hanno scritto la storia di un club dalla lunga quanto travagliata vita: chissà che qualche pesante investimento in prospettiva futura non possa portare il Malaga a competere coi giganti Barcellona e Real Madrid. Avendo Al-Thani in sella ovviamente bisogna aspettarsi di tutto: il petrolio potrebbe pagare un’altra gigantesca campagna acquisti, anche se bisogna dire che tra i tre presidenti medio-orientali di Europa, Al-Thani è quello più accorto. Infatti il calciomercato che ha portato, in due anni, agli acquisti di Santi Cazorla, Joaquin, Julio Baptista, Ruud van Nistelrooy, Toulalan, Demichelis, Maresca, Isco, Buonanotte e Sergio Sanchez, è costato “solo” 70 milioni di euro. Il paragone quindi per il momento non tiene: ma siamo sicuri che per quest’anno di Champions il ricco presidente qatariota rifarà il trucco al proprio giocattolo.

E le grandi di Europa cosa fanno? Parlando delle grandi di casa nostra, beh, per il momento stanno a guardare. Di soldi non ce ne sono e, anzi, piene di debiti sino al collo le due milanesi, veri giganti di mercato solo qualche anno fa, stanno vendendo i proprio campioni per ripianare il bilancio, in vista del Fair Play finanziario. La paura è quella che, vista la sfortunata congiuntura dei mercati internazionali e la crisi finanaziara mondiale, l’Italia del calcio, senza stadi di proprietà e appeal di marketing di un certo livello, sia destinata a naufragare nella mediocrità, abbandonando il trono che la vedeva, sino a poco tempo fa, miglior campionato del calcio continentale.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: