L’Italia delle scommesse e il boom Internet

La possibilità di fare parte di un mercato sempre più globale involve l’idea, in sé, di poter raggiungere ad ogni istante la meta dei propri desideri. Riassunta così, l’aspettattiva degli italiani di trovare attraverso il web fonti di svago nuove e facilmente accessibili assume il carattere stesso della visione consumistica, nell’accezione occidentale di benessere. Senza opporci adesso sfruttando idee politiche ripetute migliaia di volte, vogliamo solo, in questo a caso, analizzare un fenomeno sempre più diffuso: gli italiani per comprare, avere notizie, comunicare, restano a casa propria, non si spostano, comprando, cercando e vivendo su internet.

Evoluzione umanaL’interfaccia web è più che mai un prolungamento del proprio sé: come la penna del poeta, il mouse si adatta ai polpastrelli della mano, ergonomico e fusionale, capace di raggiungere universi che vanno al di là di una coscienza puramente fisica. Certo, abbiamo evitato prima l’analisi politica, non vogliamo adesso andare su quella psicologica: dato di fatto è che il consumismo su internet, il cosiddetto e-shopping, è in crescita esponenziale da almeno un decennio. Un settore che non viene totalmente toccato dalla crisi: anzi, forse della crisi stessa si nutre, offrendo opportunità che spesso la vita “reale” non è all’altezza di garantire. L’ultimo mercato che ha conosciuto sempre di più un decentramento verso la sfera virtuale è quello delle scommesse sportive: nell’ultimo decennio, in Italia, il fatturato del comparto scommesse ha conosciuto una crescita annua attorno al 20 per cento, portandosi dal fatturato di 13,9 milardi di euro del 2003 ai quasi 100 miliardi del 2012 (previsti). Boom che ovviamente si spiega con la competitività del mezzo informatico, che permette agli utenti di usufruire da casa di tutta una gamma di offerte in diretta reale, a pochi istanti dall’inizio di un evento e anche durante lo stesso. Inoltre, in un mercato ad alta competività, il mezzo internet permette una diffusione e una pubblicità che il semplice cartaceo non garantisce (per rendersi conto della competitività dei bookmakers su internet, basti prendere come esempio le quote di PaddyPower e i bonus di PaddyPower, ultimo arrivato sul mercato italiano, ma che vanta una lunga esperienza in Irlanda e Gran Bretagna).

Un deciso passo in avanti allora: un mezzo per passare dallo spirito umano al mondo dei desideri, senza legame con la realtà. Un mondo che fa quasi sognare ma che, altresì, sprofonda la coscienza nelle sue paure più oscure: essendo il nostro corpo, la nostra fisicità, l’unica cosa che ci lega al mondo, che ci blocca, che ci rende limitati e ci contiene, vivere in un mondo in cui i desideri si esaudiscono con un click non potrebbe far cadere un uomo comune nell’utopia dell’onnipotenza, portando lo stesso uomo a non voler più uscire da questo mondo dei balocchi costruito attorno all’immagine della sua felicità? La paura è che, di questo passo, internet diventi la vita vera, allontanando sempre di più l’uomo dal contatto coi suoi simili.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: